Contenuto principale

Messaggio di avviso

Che cos’è
Il SIA è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un beneficio economico da € 80,00 a € 480,00 mensili alle famiglie in condizioni economiche disagiate nelle quali almeno un componente sia minorenne oppure sia presente un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza accertata. Sono beneficiari coloro che raggiungono un punteggio disposto ed attribuito da INPS. Ai beneficiari è corrisposto il sussidio, ma subordinato all’accettazione di un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa predisposto dalle Assistenti Sociali, in rete con gli altri servizi del territorio (centri per l'impiego,  servizi sanitari, scuole, nonché soggetti privati ed enti no profit).  Il progetto viene costruito insieme al nucleo familiare sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni coinvolgendo tutti i componenti, instaurando un vero e proprio patto tra servizi e famiglie che implica una reciproca assunzione di responsabilità e di impegni. Le attività possono riguardare i contatti con i servizi, la ricerca attiva di lavoro, l'adesione a progetti di formazione, la frequenza e l'impegno scolastico, la prevenzione e la tutela della salute. L'obiettivo è aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà  e riconquistare gradualmente l'autonomia.

Requisiti

  1. residenza nel Comune di Figline e Incisa Valdarno.
  2. essere cittadino italiano o comunitario o titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo.
  3. essere residente in Italia da almeno 2 anni.
  4. presenza nel nucleo familiare di almeno un minorenne o di figlio disabile o di una donna in stato di gravidanza accertata.
  5. ISEE in corso di validità inferiore o uguale a € 3.000,00.
  6. non essere beneficiario, ciascun componente il nucleo familiare, di altri trattamenti  di natura previdenziale, indennitaria ed  assistenziale superiori o uguali ad €  600,00 mensili , elevati ad € 900,00 in caso di presenza nel nucleo di persona non autosufficiente, come definita ai fini ISEE e risultante nella DSU.
  7. non essere beneficiario, ciascun componente il nucleo familiare,  di strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati, della NASPI e dell'ASDI e della carta acquisti sperimentale.
  8. assenza per tutti i componenti il nucleo familiare di autoveicoli immatricolati la 1° volta nei 12 mesi antecedenti la richiesta, o in possesso di autoveicoli di cilindrata  >1.300 cc o motoveicoli >250 cc immatricolati per la prima volta nei 3 anni antecedenti; sono fatti salvi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità ai sensi della disciplina vigente.

 Come si ottiene
La domanda può essere presentata compilando apposito modello disponibile allo Sportello  “FACILEFIV” del Comune e ivi riconsegnata.

 Documenti da presentare
- domanda su modulo predisposto
- copia di un documento valido di identità
- copia del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo ( solo per i cittadini extracomunitari)